IL 29° TROFEO CITTA' DI MAJANO

VA' A TREVISO

Il 29° Trofeo Città di Majano, disputato dopo un anno di stop causa covid, allo stadio comunale "Arturo Verza" sabato 4 settembre, è stato vinto dalla rappresentativa di Treviso daventi a Padova e Marche.

A causa delle restrizioni all'ingresso sul territorio italiano non hanno potuto partecipare gli amici di Budapest, Oradea, Bielsko Biala, Brno, Belgrado, Sabac e Zagabria.

La manifestazione, iniziata alle 12.00 con la sfilataha visto per l’Italia la rappresentativa regionale di Marche e 15 provinciali, Venezia, Padova, Brescia, Treviso, Rovigo, Pordenone, Belluno, Verona, Gorizia A e B, Trieste A e B, Udine A e B, Trento. L'estero era rappresentato dalla compagine di Capodistria (SLO)

Per sancire la peculiarità non solo sportiva, della manifestazione, nel contesto del progetto “ALTRAabilità”, si sono svolte anche alcune serie dei 50 metri piani volte alla categoria "Special Olympics" dove hanno partecipato atleti diversamente abili iscritti in diverse benemerite associazioni del nostro territorio.

La 13^ edizione per il memorial “Antonio COMELLI” che ogni anno onora un Campione e una Promessa dell’atletica, atleti che hanno raggiunto e scalato le classifiche passando per il meeting majanese. Quest’anno premiati, dal Presidente della Fondazione Friuli dott. Giuseppe MORANDINI e da Silvia Stibilj, pluri campionessa mondiale di pattinaggio artistico a rotelle e moglie del compianto Alessandro Talotti. Sono stati premiati il mezzofondista e campione italiano dei 1500 mp Matteo Spanu (assente per concomitante gara in quel di Milano) per la categoria "IL CAMPIONE" e la discobola Annalisa Micco (cresciuta nella Libertas Majano) per la categoria "LA PROMESSA.

la Libertas Majano era rappresentata da 5 atleti inseriti nelle due rappresentative di Udine su tutti spicca la vittoria di Beatrice Tambosco nel lancio del disco.

L’unicità di questo meeting, nato 30 anni fa' con la perfetta organizzazione della associazione Libertas Majano é nel confermarsi di anno in anno quale migliore manifestazione giovanile a carattere europeo organizzata da un club. Manifestazione ove si fondono lo sport, la fratellanza tra le genti, la solidarietà ed il turismo.

Tutti i dirigenti della Libertas Majano rigraziano la Regione Friuli Venezia Giulia, l'amministrazione comunale di Majano, la Protezione Civile, la Banda filarmonica di Madonna di Buja, la Sezione Alpini di Majano e gli oltre 100 volontari che a vario titolo hanno collaborato per la perfetta realizzazione della manifestazione